Rigatoni alla zozzona

Rigatoni alla zozzona

RIGATONI ALLA ZOZZONA

Un piatto tipicamente romano a cominciare dal nome. Io sono romano e quindi utilizzo moltissimo il prosciutto crudo in cucina.

Nei casi in cui non serva per estetica la fetta intera potete utilizzare dei ritagli. Nel caso acquistiate il prosciutto intero l’ideale sono le parti vicino all’osso. Oggi molti negozi, ed anche supermercati, vendono a prezzo più basso le parti finali dei prosciutti che affettano.

Si possono condire con questa salsa anche gli spaghetti, che in questo caso vengono chiamati spaghetti alla papalina.

Una interessante variante estiva si ottiene servendo questa pasta coperta di foglie di basilico spezzettate. Variante estiva per modo di dire perché ormai la disponibilità di quest’erba da cucina c’è per tutto l’anno o giù di lì.

È una pasta molto locale: la trovate quasi esclusivamente a Roma e provincia. Anche qui non è molto diffusa.

Vai alla ricetta

Vai al profilo Facebook


Rigatoni alla zozzona

Rigatoni alla zozzona

RIGATONI ALLA ZOZZONA

  • 600 gr besciamella (vedi ricetta)
  • 200 gr prosciutto crudo
  • 500 gr rigatoni
  • 40 gr burro
  • 2 cucchiai parmigiano
Prosciutto crudo
Prosciutto crudo

Fare a pezzetti il prosciutto.

Burro in padella
Burro in padella

Sciogliere il burro in una padella.

Prosciutto in padella
Prosciutto in padella

Versare il prosciutto nel burro

Soffritto
Soffritto

e soffriggere per 3 minuti.

Acqua della pasta
Acqua della pasta

Lessare i rigatoni in acqua salata. Conservare un po’ d’acqua in un pentolino.

Besciamella in padella
Besciamella in padella

Aggiungere la besciamella in padella e sciogliere con poca acqua. Scolare la pasta e versarla in padella. Saltare aggiungendo se del caso un po’ d’acqua. Aggiungere il parmigiano a fiamma spenta. Servire accompagnato dalla formaggera.

Rigatoni alla zozzona
Rigatoni alla zozzona

L’articolo

Un piatto tipicamente romano a cominciare dal nome. Io sono romano e quindi utilizzo moltissimo il prosciutto crudo in cucina.

Nei casi in cui non serva per estetica la fetta intera potete utilizzare dei ritagli. Nel caso acquistiate il prosciutto intero l’ideale sono le parti vicino all’osso. Oggi molti negozi, ed anche supermercati, vendono a prezzo più basso le parti finali dei prosciutti che affettano.

Si possono condire con questa salsa anche gli spaghetti, che in questo caso vengono chiamati spaghetti alla papalina.

Una interessante variante estiva si ottiene servendo questa pasta coperta di foglie di basilico spezzettate. Variante estiva per modo di dire perché ormai la disponibilità di quest’erba da cucina c’è per tutto l’anno o giù di lì.

Vai alla Home page

Vai al profilo Facebook



Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.