Minestra di taccole e calamari

Minestra di taccole e calamari
  • 400      gr         calamari
  • 250      gr         taccole
  • 150      gr         cipolla
  • 200      gr         pomodori freschi (o pelati sgocciolati)
  • 1                      spicchio aglio
  • 8                      filetti di acciuga
  • 900      cc         acqua
  • 100      cc         vino
  • Origano, peperoncino, dado vegetale o sale, olio di oliva

Fare a pezzetti tutti gli ingredienti.

Tagliare a pezzetti
Ingredienti

Soffriggere appena l’aglio.

Soffriggere l'aglio
Soffritto

Aggiungere i filetti di acciuga e, dopo aver mescolato, i calamari e soffriggere cinque minuti.

Calamari
Calamari

Poi versare i pomodori e la cipolla e far amalgamare per due o tre minuti.

Versare pomodori e cipolle
Pomodori e cipolle

Aggiungere le taccole, mescolare, e quindi versare acqua e vino.

Cuocere una mezz'ora
Taccole

Salare e aggiungere origano e peperoncino a piacere. Cuocere una mezz’oretta coperto a fiamma bassa. Servire con crostini di pane.

Minestra di taccole e calamari

In pescheria

I calamari sul banco della pescheria sono solo una pallida imitazione dell’animale vero. Flaccidi, dai colori smorti e la pelle che si stacca dal corpo, quasi sempre decongelati, non assomigliano per nulla a quando erano vivi.

In mare

Io li ho visti sott’acqua, di notte, illuminati dalla torcia subacquea. Colpiscono non solo per la straordinaria agilità e per la velocità, o meglio l’accelerazione. Passano dall’essere fermi in un punto ad un altro senza che quasi l’occhio non riesca a cogliere il movimento. Masi nota soprattutto il colore. Sono rossi, di un rosso acceso, brillante, quasi fosforescente. Una sola volta, a Messina, li ho visti quasi così, sul banco di una pescheria. Evidentemente li avevano pescati solo da pochissimi. Se avete la fortuna di trovare dei calamari freschi dovete assolutamente cucinarli alla brace.

La scelta

Per questa ricetta originale, che coniuga il sapore delle verdure con quello dei molluschi, vanno bene anche decongelati. Attenzione però a sceglierli: devono comunque essere tonici, di colore scuro, con la pelle ben attaccata al corpo. Se vedete la pelle a chiazze, il corpo flaccido, il colore quasi bianco lasciate perdere e cucinate una bella minestra di sole verdure

Vai al profilo Facebook


Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.