Linguine con i ricci di mare

Linguine con i ricci di mare
Uova di ricci
Uova di ricci
  • 400      gr                     linguine
  • 160      gr                     uova di ricci
  • 4          cucchiai           olio di oliva
  • 1                                 limone grosso
  • 1          cucchiaino       pane grattugiato
  • 2          spicchi             aglio
  • Sale,  peperoncino, origano in foglie
Aglio in padella
Aglio in padella

Soffriggere nell’olio l’aglio in pezzi ed il peperoncino.

Scorza di limone
Scorza di limone

Grattugiare la scorza del limone (lasciando la parte bianca)

Pane grattugiato
Pane grattugiato

In un padellino antiaderente abbrustolire il pane grattugiato.

Togliere aglio
Togliere aglio

Togliere l’aglio dal soffritto.

Foglie di origano
Foglie di origano

Aggiungere le foglie di origano al pane grattugiato.

Acqua della pasta
Acqua della pasta

Durante la cottura della pasta in acqua salata conservare un poco di acqua.

Saltare linguine
Saltare linguine

Saltare le linguine nell’olio con il peperoncino. Spegnere la fiamma ed aggiungere la polpa di ricci, il pane abbrustolito e l’origano. Se necessario diluire con un poco dell’acqua di cottura della pasta.

Linguine con i ricci di mare
Linguine con i ricci di mare

L’articolo

Una volta stavo mettendo in acqua la barca di un cliente del campeggio dove lavoro. Li vicino, sugli scogli, un altro cliente stava pulendo dei ricci di mare. Il proprietario della barca nuovo del campeggio, ma forse anche del mare, commenta: Non capisco come si faccia a mangiare i ricci; fanno schifo.

Gli rispondo: Ma come, sono una cosa stupenda. Poi mi sorge un dubbio e gli domando: Scusi, ma lei come li ha mangiati? Mi risponde: Beh, li ho aperti ed ho mangiato tutto l’interno. Mi sono cadute le braccia a terra. Non è un delitto non essere pratici di mare, basta domandare prima di fare e non comprarsi la barca solo perché si hanno i soldi. Per chi non lo sa dei ricci si mangiano le uova.

I ricci di mare sono degli echinodermi, a simmetria radiale a 5 raggi come le stelle di mare e le oloturie. Raccolti quelli giusti, quelli grossi con le spine corte, nei periodi consentiti, si scoperchiano con l’apposito attrezzo oppure con una forbice, si sciacquano e si raccolgono con un cucchiaino le cinque sacche delle uova, di colore rosso, arancio o giallo.

Vai al profilo Facebook


Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.