Involtini in tegame

Involtini in tegame
Fettine di manzo
Fettine di manzo
  • 1          kg                    fettine di manzo tenere ma compatte (per esempio dalla rosa)
  • 100      gr                     pancetta arrotolata
  • 200      gr                     provola affumicata
  • 10        cucchiai           olio di oliva
  • 4          cucchiai           pane grattugiato
  • ½         bicchiere          brandy
  • 1          bicchiere          acqua
  • 200      gr                     coste di sedano
  • 200      gr                     cipolle
  • 40        gr                     mandorle
  • 50        gr                     olive nere denocciolate
  • Sale, pepe
Fettine distese
Fettine distese

Disporre le fette aperte su di un tagliere.

Pancetta su fettine
Pancetta su fettine

Appoggiarvi sopra la pancetta arrotolata

Provola su fettine
Provola su fettine

e la provola.

Involtini chiusi
Involtini chiusi

Arrotolare gli involtini ed unirli a coppie con due stuzzicadenti.

Involtini nell'olio
Involtini nell’olio

Versare 8 cucchiai di olio in una padella, passarvi ad uno ad uno gli involtini,

Involtini nel pane grattato
Involtini nel pane grattato

quindi rotolarli in un piatto con il pane grattugiato

Involtini in padella
Involtini in padella

e rimetterli nella padella.

Involtini rosolati
Involtini rosolati

Rosolarli per 10 minuti girandoli dopo 5,

Involtini nel piatto
Involtini nel piatto

poi toglierli dal fuoco insieme con in fondo di cottura.

Verdure in padella
Verdure in padellaf

Nella padella mettere il rimanente olio, versare cipolla e sedano a pezzettini e soffriggere per 2 minuti.

Brandy in padella
Brandy in padella

Versare il brandy, l’acqua, coprire e cuocere per 20 minuti  a fiamma bassa.

Mandorle e olive
Mandorle e olive

Intanto spezzare a metà le mandorle e preparare le olive.

Tutto in padella
Tutto in padella

Passati i venti minuti scoprire la padella, alzare la fiamma, versare gli involtini, le mandorle e le olive ed insaporire per 5 minuti eventualmente aggiungendo poca acqua.

Involtini in tegame
Involtini in tegame

L’articolo

Una ricetta di ispirazione sicula, sia per l’uso di olive, mandorle, cipolle e sedano nella salsa, sia per l’utilissima abitudine di infilzare gli involtini due a due. Questo rende enormemente più semplice e più veloce confezionarli.

Quando ero bambino, da buon romano, per me gli involtini erano necessariamente al sugo, visto che con il loro sugo si potevano condire le fettuccine. Non mi passava nemmeno per la mente che si potessero fare in modo diverso. Del resto allora la cucina casalinga era strettamente regionale.

Nonostante a casa mia fossero, dal punto di vista culinario, abbastanza aperti come mentalità, difficilmente si usciva dal novero delle ricette tramandate dalla tradizione. Mia nonna però, sebbene trapiantata a Roma, era umbra, spoletina: quindi qualcosa in più dei classici piatti romani si mangiava.

Mi sono quindi fortemente stupito quando, in seguito alle trasformazioni sociali successive al boom economico avviatosi nel ’63, anche la cucina casalinga ha cominciato a trasformarsi e sulla nostra tavola sono arrivati anche gli involtini in bianco.

Vai al profilo Facebook


Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.