Cappelle di funghi gratinate

Cappelle di funghi gratinate

CAPPELLE DI FUNGHI GRATINATE

Mazze di tamburo
Mazze di tamburo
  • 500      gr                     funghi selvatici o coltivati
  • 1                                 cetriolino grande
  • 4/5                              cipolline
  • 3                                 filetti di acciuga
  • 1                                 cucchiaio parmigiano grattugiato
  • 1                                 spicchio di aglio
  • Olio di oliva, sale, pepe, foglie di basilico

In questo caso i funghi sono mazza di tamburo aperte.

Cappelle
Cappelle

Tritare i gambi (in questo caso anche il fungo chiuso) con aglio, acciughe, cipolline, cetriolino e foglie di basilico e disporre il trito sule cappelle rovesciate poste in una placca da forno coperta con carta-forno.

Pronte da infornare
Pronte da infornare

Spolverare con il parmigiano ed il pane grattuggiato e versare un filo di olio.

Cappelle di funghi gratinate
Il risultato

Gratinare in forno a 180 gradi per quindici minuti, oppure fino a doratura.

L’articolo

Potete realizzare questa ricetta, in stagione, con funghi selvatici da voi raccolti, oppure acquistati. Vanno bene mazze di tamburo (come nella foto), prataioli o qualsiasi altro fungo commestibile con la cappella ben definita ma non viscida. Quando non è stagione si possono cucinare le cappelle degli champignon coltivati abbastanza grandi. Il risultato è comunque gustoso.

Vai al profilo Facebook


Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.