Polpettine al sugo

Polpettine al sugo
Carne macinata
Carne macinata
  • 700      gr                     carne macinata di manzo
  • 1                                 uovo
  • 50        gr                     pecorino romano
  • 1          cucchiaio         erba cipollina
  • 5          cucchiai           olio di oliva
  • 1          spicchio           aglio
  • 1          kg                    pomodori pelati macinati
  • Sale, pepe
  • 1          cipolla 
Impasto
Impasto

Impastare la carne con aglio tritato, erba cipollina, uovo, pecorino, sale, pepe.

Cipolla in padella
Cipolla in padella

Soffriggere la cipolla tritata nell’olio.

Pelati macinati
Pelati macinati

Intanto tritare i pelati. Versarli nel soffritto, salare, coprire e cuocere per 15 minuti.

Polpettine
Polpettine

Intanto formare con l’impasto delle palline grandi come una noce.

Polpettine nel sugo
Polpettine nel sugo

Versare le polpette nel sugo, mescolare delicatamente, coprire, abbassare la fiamma e cuocere per un’ora e mezza. Servire accompagnate da riso in bianco (vedi ricetta riso cinese).

Polpettine al sugo
Polpettine al sugo

L’articolo

Polpettine al sugo: quanti ricordi. Campeggio libero in dieci a Maratea, lembo di Lucania sul mar Tirreno. Eravamo giovani e ovviamente poco attrezzati ma ci piaceva mangiare bene. Così una volta abbiamo preparato una montagna di polpettine al sugo, per saziare dieci stomaci giovani ed affamati.

Facevamo cose folli come cucinare la piadina per cena e mangiarla con peperoni arrostiti e mortadella. Subito dopo tutti a pesca subacquea in notturna: i pesci li uccidevamo non col fucile ad arpione ma con i rutti.

Ricordo che pescavamo ostriche. Una varietà non commercializzata del genere Spondylus, non di quello Ostrea. Queste avevano una valva saldata con la roccia e per prenderle scendevamo in apnea con mazzetta e scalpello. Erano squisite ma due ore dopo la cattura diventavano immangiabili: le gustavamo spesso direttamente in acqua.

Ricordo anche un risotto ai ricci di mare con una montagna di uova di riccio. Però quello delle polpettine al sugo è la reminiscenza più vivida: sento ancora in bocca il sapore della mia gioventù.

Vai al profilo Facebook


Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.