Pasta alla gricia

Pasta alla gricia
  • 100    gr        pasta lunga
  • 50       gr        guanciale
  • 2                     cucchiai pecorino
  • 1                     cucchiaio olio di oliva
  • Sale, pepe
Guanciale soffritto
Guanciale soffritto

Affettate sottilmente il guanciale, tagliatelo a pezzetti e soffriggetelo nell’olio finché il grasso non diventa trasparente.

Acqua della pasta
Acqua della pasta

Lessate la pasta in acqua poco salata e conservate un po’ dell’acqua di cottura.

Pasta scolata
Pasta scolata

Scolate la pasta, rimettetela nella pentola e a fiamma bassissima versate piano piano, magari facendovi aiutare, un po’ d’acqua ed un po’ di pecorino mescolando con la frusta. (Nella foto ho usato delle tagliatelle)           

Guanciale nella pasta
Guanciale nella pasta

Alla fine, aggiungete il guanciale e il pepe, mescolate e servite subito.

Pasta alla gricia
Pasta alla gricia

L’articolo

La gricia è l’antenata della amatriciana. Veniva preparata quando i pomodori non erano ancora diffusi nell’alimentazione. Il nome deriva forse dal paese Gresciano, oppure dal nome locale del rivenditore di generi alimentari.

Tradizionalmente si prepara con gli spaghetti. Io la preferisco con la pasta all’uovo, specialmente se si usa, comprata o preparata, una pasta ruvida, porosa, che trattiene il condimento: problema di tutte le paste lunghe in bianco.

Del resto, la gricia può essere considerata una pasta a cacio e pepe con l’aggiunta di guanciale. E guanciale deve essere, come per la amatriciana. Non come le preparano molti, con la pancetta, magari affumicata. Verrà senz’altro una pasta buonissima, ma diversa.

Vai al profilo Facebook


Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.