Crostini alla romana

Crostini alla romana
  • 240      gr                     pane
  • 240      gr                     mozzarella
  • 3          filetti               acciuga
  • 50        gr                     prosciutto crudo
  • 50        gr                     prosciutto cotto
  • Olio di oliva, pepe, origano
Pane a fette
Pane a fette

Ricavare dal pane 9 fettine più tre pezzettini.

Pane con mozzarella
Pane con mozzarella

Disporre su ogni fettina una fettina di mozzarella. Poggiare le prime tre fette sui pezzettini in modo che stiano in diagonale, quindi disporre altre tre a scalare, poi altre tre.

Su uno dei crostini aggiungere i filetti di acciuga. Cospargere tutti e tre con pepe, origano ed olio.

Acciughe su crostino
Acciughe su crostino

Infornare a 200° per 8 minuti (o comunque finché la mozzarella non comincia a sciogliersi ed a dorarsi). Disporre su un crostino il crudo, sull’altro il cotto (sul terzo ci sono già le acciughe) e rinfornare per 1 minuto.

Crostini alla romana
Crostini alla romana

L’articolo

Quando ero bambino si andava molto raramente ,direi mai, al ristorante. Anche i pranzi per battesimi, comunioni, matrimoni, si facevano in casa. Qualche rara volta si andava in pizzeria. Era quindi un evento eccezionale che si stampava nella memoria.

Ricordo che il supplì al telefono aspettando la pizza era d’obbligo. Ricordo anche che il menù delle pizze era limitato ai classici: margherita, marinara, napoletana e capricciosa. In alternativa il calzone. Oppure il crostino.

Mi ero abituato a considerare questi elementi indispensabili in una pizzeria e, quando più grande ho cominciato a viaggiare per l’Italia mi stupivo di non ritrovarli in ogni pizzeria. Ho poi capito che questa squisitezza chiamata crostino era una specialità tipica della mia città.

Vai al profilo Facebook


Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.